La Terapia Sessuale


La sessualità può diventare il modo di esprimere quello che non può essere espresso in altro modo.

Dove non c’è possibilità di esprimere un conflitto apertamente si può farlo nel letto

 

I fattori che si oppongono, all’interno della coppia, al raggiungimento di una intesa sessuale possono essere fattori personali  (che riguardano se stessi o l’altro) o relazionali (che riguardano la relazione).

 

FATTORI PERSONALI

-      Ansia

-      Inibizioni di tipo morale (norme morali che limitano l’espressione libera della sessualità)

-      Standard rigidi (di prestazione)

-      Scarsa attrattiva personale

-      Scarse abilità sessuali

-      Paura della gravidanza

-      Paura dell’intimità

-      Incapacità di fondere i sentimenti di amore con la sessualità

-      Scarsa conoscenza di ciò che piace

-      Mito dello spontaneismo

 

 

FATTORI RELAZIONALI

 

4        Conflitti e sentimenti negativi  verso il partner

(il sesso viene utilizzato come mezzo di potere, come arma di ricatto o di punizione attraverso la negazione o la concessione dei rapporti sessuali)

4        Carenza di comunicazione e di contrattazione

4        Differenze nella coppia circa il grado di vicinanza ottimale

4        Frettolosità

4        Routinarietà

 

La terapia sessuale secondo l’approccio di Helen Singer Kaplan si distingue dalle altre forme di trattamento per due motivi: lo scopo e la modalità.

-      Lo scopo è quello di eliminare il sintomo sessuale.

Utilizza la combinazione di mansioni e psicoterapia. In questo senso viene definito “eclettico”

-      In generale la terapia sessuale tende a migliorare la comunicazione all'interno della coppia e la relazione nel suo insieme. Comunque l’obiettivo primario di tutta la terapia sessuale è quello di portare il paziente a guarire dalla sua disfunzione sessuale.

-      In questo senso, tutti gli interventi come le mansioni, la terapia coniugale, sono al servizio di questo fine.